Home Guide [GUIDA] Verifica dell’alimentatore – come capire se l’alimentatore funziona bene o può dare problemi

[GUIDA] Verifica dell’alimentatore – come capire se l’alimentatore funziona bene o può dare problemi

0
19,382

Verifica dell’alimentatore.

In questa brevissima guida tratteremo la verifica dell’alimentatore per il corrretto funzionamento della nostra stampante. Ovviamente la guida è estendibile a qualsiasi tipo di alimentatore di ogni oggetto che funziona tramite corrente elettrica.

Dobbiamo cominciare dicendo che l’elettronica di alcune stampanti 3D non è così curata come dovrebbe poiché pur essendo parte fondamentale svolge il suo ruolo all’ombra di cinghie, pulegge, motori e telai.
Questa scarsa qualità dell’elettronica si traduce molto spesso in guasti improvvisi, e spesso quello che dobbiamo fare è la verifica di cosa si è guastato e  i motivi che hanno portato alla rottura.

Trovandoci di fronte ad un guasto elettronico dobbiamo individuare quale parte crea il problema ,  se l’alimentatore o la scheda madre. Vista la difficoltà di cercare malfunzionamenti nella scheda elettronica saremo costretti a procedere per tentativi: Il primo e più semplice è la verifica dell’alimentatore.

Unico strumento necessario: un multimetro digitale (tester).

Innanzitutto dovremo imparare a leggere le uscite dell’alimentatore:

 

 

 

 

 

 

 

N  = Ingresso del neutro, convenzionalmente si adopera il cavo di colore azzurro

L   = Ingresso della fase, la fase utilizza convenzionalmente il cavo di colore marrone marrone

= Terra, la terra utilizza convenzionalmente il cavo dei colori giallo e verde

V+ = Uscita a polo positivo, dove dovremo collegare il nostro cavo di colore rosso

V- = Uscita a polo negativo, dove dovremo collegare il nostro cavo di colore nero

 

Per la verifica si dovrà collegare l’alimentatore alla corrente di casa, senza che ad esso sia collegato nulla.

Il multimetro dovrà essere impostato su Volt in corrente condinua  () e sulla corretta scala, per testare alimentatori da 12v o 18v dovremo impostare 20v, per quelli da 24v o 48v imposteremo 200v.

Adesso semplicemente dovremo posizionare il puntale rosso sulla vite corrispondente a V+ e il puntale nero su V-.  Anche dovessimo sbagliarci e invertire i puntali non succederà nulla, solo su monitor comparirà un meno. Il valore che dobbiamo leggere è il valore d’uscita nominale dell’alimentatore, è ammissibile solo un scarto di circa 0,2v.

Se leggessimo un altro valore o non ricevessimo segni di vita vuol dire che l’alimentatore è da sostituire.
Nella foto viene indicato a monitor il test di un alimentatore a 24v.

Bisogna solo prestare attenzione a non testare con questo metodo l’ingresso, la corrente a 220v potrebbe fulminarci il multimetro oltre ad emettere un piccolo scoppio.

Il vostro alimentatore funziona bene? Se così non fosse passate ad uno nuovo, prima che si danneggi elettronica o meccanica della vostra stampante!

Se avete trovato utile questa guida mettete MI PIACE alla nostra pagina Facebook per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del BlogPotete trovare molte altre guide sulla stampa 3D nella nostra sezione GUIDE!

Share
Load More Related Articles
Load More By italia3dprint
Load More In Guide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also

Guida GRBL – parametri di configurazione GRBL.

Facebook Questa guida GRBL è un’introduzione a questo programma gratuito ed open-sou…