Home Senza categoria Lucidare le stampe 3d fatte con filamenti caricati con metalli

Lucidare le stampe 3d fatte con filamenti caricati con metalli

0
234
Lucidare le stampe 3d è una delle pratiche di post produzione più semplici e al contempo che forniscono risultati migliori. Ovviamente non può essere utilizzata con tutti i materiali, ma solamente con composti che contengano una percentuale più o meno grande di polvere metallica. Questo perchè è proprio questa la componente che donerà lucentezza una volta terminato.

Post produzione: lucidare le stampe 3D.

Per questo tutorial è stato utilizzato un modello completamente free che possiamo trovare su Thingiverse: http://www.thingiverse.com/thing:427789

Da come si può vedere, nonostante aver usato un filamento caricato non sembra che abbia l’aspetto metallico. Questo perchè deve subire la lavorazione in 2 tappe. Esattamente come succede per gli oggetti in metallo, per renderli lucidi si deve seguire un’iter ben preciso, diviso in 2 lavorazioni. Sostanzialmente consiste nello strofinare il modello con strumenti di grana sempre più fine fino a renderlo lucido “a specchio”.

Lucidare le stampe 3d: CARTEGGIATURA

Dopo aver stampato il razzo è stato sabbiato a mano con cartavetra, partendo da una grana media fino ad arrivare a una grana finissima. Si deve partire da una grana superiore al 200 (grane più spesse potrebbero graffiare e rovinare il modello) fino ad arrivare al 3000. Ecco qui un buon campionario di cartavetrata, per avere tutto ciò che serve: Carta vetrata da 320 a 3000.

Quando salite con la grana potrebbe essere utile aggiungere un poco d’acqua, per mantenere la temperatura contenuta ed eliminare la polvere di scarto dal modello. Stiamo sempre lavorando con materie plastiche, anche se caricate con polvere metallica, quindi una eccessiva temperatura (superiore ai 60°) potrebbe rovinare definitivamente la stampa, soprattutto sulle parti sottili del modello.
Può essere utile dotarsi anche di qualche piccola lima per raggiungere rientranze altrimenti non raggiungibili. Ultimo ma non ultimo anche una spugna abrasiva, per il primo approccio potrebbe essere utile.

 

Non mi sento di consigliarvi alcun strumento elettrico per questa operazione, la velocità sviluppa calore facilmente ed è più probabile trovarsi difronte ad un disastro che semplificarsi la vita.
Se però volete provare ugualmente utilizzate la velocità più bassa possibile e non restate sulla stessa zona più di un attimo.

Lucidare le stampe 3d: LUCIDATURA

Ora passiamo alla lucidatura vera e propria. Le operazioni di carteggiatura terminanno quando non riuscirete più a distinguere alcun layer (strato) anche osservando con il microscopio per stampan3D. Le immagini che dovreste vedere de prima e dopo sono queste: 
Carteggiato                                                                        Non carteggiato
Anche in questo caso, esattamente come succeder per i metalli, il modello deve essere lucidato. Esistono in commercio appositi KIT da trapano con cui si può procedere a questa fase in maniera automatizzata.
Si tratta di prodotti lucidanti per metalli morbidi dovrebbero funzionare bene. Il modo più semplice per impostare questa funzione è quello di montare il trapano in una morsa e metterlo in funzione continua. Anche in questo passaggio prestare particolare attenzione perchè la temperatura sale molto velocemente.

IL RISULTATO FINALE

Il risultato finale è davvero notevole, soprattutto perché sono state usate solo attrezzature di base che si possono facilmente reperire ed utilizzare a casa. Eccovi come appare il razzo lucidato a dovere. Uno spettacolo vero?

 

lucidare le stampe 3d
lucidare le stampe 3d
lucidare le stampe 3dlucidare le stampe 3d

Se avete trovato utile questo articolo e volete rimanere aggiornati sulle nuove uscite , mettete MI PIACE alla  nostra pagina Facebook! Potete trovare moltissimi altri articoli su stampa 3D e articoli di tecnologia seguendo il BLOG Italia 3D Print!

lucidare le stampe 3d

Share
  • QIDI TECH Shadow 5.5 S – Recensione

    Facebook Google + Quando ho visto questa stampante QIDI TECH Shadow 5.5 S, mi sono subito …
  • Recensione Anycubic 4Max-PRO

    Facebook Google + Recensione Anycubic 4Max-PRO Per questa Recensione Anycubic 4Max-PRO abb…
  • Guida Upgrade 4Max-PRO

    Facebook Google + Guida Upgrade 4Max-PRO Dopo le prime stampe con la nuova 4Max-PRO vedevo…
Load More Related Articles
Load More By italia3dprint
Load More In Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also

QIDI TECH Shadow 5.5 S – Recensione

Facebook Google + Quando ho visto questa stampante QIDI TECH Shadow 5.5 S, mi sono subito …