Home Stampa 3D Netfabb Cura e le impostazioni per varie aree dei modelli per la stampa 3D

Netfabb Cura e le impostazioni per varie aree dei modelli per la stampa 3D

0
163

Netfabb Cura: Come poter fare qualche modifica alle impostazioni per varie aree dei modelli per la stampa 3D? Semplice con un mix dei 2 più utili programmi per la modellazione e stampa 3D: Netfebb e Cura

Succede, nella maggior parte dei modelli a dire la verità, di avere diverse aree che vorremmo trattare diversamente. Una zona che ha bisogno di supporti, un’altra che può essere stampata più velocemente, un’altra ancora con una ventilazione più o meno spinta. Come fare? Simplify 3D permette la modifica delle impostazioni in aree diverse del modello, ma Simplify 3D ha un costo, che non tutti i maker hobbisti possono permettersi.

Netfabb è un potentissimo software con cui si può procedere alla modifica modelli per la stampa 3D. Chiarisco subito che è un software a pagamento. Però Autodesk ha una ottima politica di diffusione dei propri software e in questo frangente propone licenze di 3 anni completamente free per studenti. Quindi se siete studenti di qualsiasi scuola, dalle elementari all’università avrete la possibilità di 3 anni di uso gratuito del software completo.

Immagino che per piccoli progetti casalinghi anche un vostro familiare possa usare questo software installato su un PC condiviso. Non penso che Autodesk abbia interesse a perseguire un hobbista che si limita a qualche stampa 3d con il figlio studente. Questa politica credo che tutto sommato vada a vantaggio di Autodesk. Infatti uno studente che nel suo percorso di studi ha utilizzato un certo software è più invogliato ad acquistarlo dal momento che apre la sua attività! Dopo questa doverosa premessa andiamo al sodo!

Il secondo tassello del puzzle è Cura, famosissimo e performante slicer gratuito, ne abbiamo ampiamente parlato QUI e abbiamo una aggiornatissima guida QUI.

Netfabb Cura: La soluzione

Finora abbiamo parlato, nelle apposite guide che abbiamo realizzato, di molte impostazioni di Cura, utili a risolvere problemi specifici, così come per altri software.

La guida di oggi riguarda l’interazione tra i due software descritti prima. Nello specifico la funzione di Cura che offre una funzionalità chiamata settaggi oggetto. Questa funzione consente di impostare valori di slicing differenti a differenti oggetti sul piatto.
Questa funzione è utilissima  nel caso volessimo trovare l’optimum di un certo filamento, oppure volendo realizzare un oggetto al meglio possibile, in un’unica prova. Ma non è tutto qui.

Si può anche dividere il modello in più parti, attribuire ad ogni parte impostazioni diverse e riunire il modello per avere ad esempio parti supportate e parti non supportate, oppure anche un semplice cambio di velocità per ottimizzare i tempi di stampa. Per effettuare la parte della divisione del modello è però necessario il secondo software. Netfabb è un software che si occupa di correggere i modelli che presentano errori. Ma può essere di supporto anche per molte altre attività, tra cui a tagliare il modello in più parti. Ecco come fare:

Netfabb Cura

Tagliare il modello in più parti con Netfabb ed elaborarlo con Cura

  1. Apri il tuo modello con Netfabb e usa lo strumento di taglio per dividere il modello in sezioni.
  2. Seleziona ciascuna sezione (Ctrl + clic sinistro) ed esportale separatamente. Assicurati solo di nominarle diversamente e riconoscibilmente per poi ricostituire il modello.
  3. Una volta salvate tutte le diverse parti, apritele in Cura
  4. Con un clic sul pulsante Impostazioni per modello sulla barra flottante di sinistra sinistra. Ciò ti consentirà di applicare l’impostazione corrente solo a quella parte.
  5. Applicare impostazioni diverse a ciascuna di esse attraverso la funzione seleziona impostazioni
  6. Dopo aver scelto diverse impostazioni per ciascuna parte, selezionare tutte le parti (Ctrl + clic sinistro su tutte le parti singolarmente). Dal menu in alto, seleziona Modifica> Unisci modelli. Cura cercherà di unire le parti  per andare a formare un modello coerente.
  7. Caricare il modello esportato in G-code sulla chiavetta o inviarlo alla stampante per la realizzazione

Netfabb Cura

In questo modo ogni parte verrà stampata con le impostazioni che le sono state assegnate.

Programmi necessari:

Per portare a termine questa procedura c’è bisogno di 2 software. Qui vi propongo i link di download

Se avete trovato utile questo articolo e volete rimanere aggiornati sulle nuove uscite , mettete MI PIACE alla  nostra pagina Facebook! Potete trovare moltissimi altri articoli su stampa 3D e articoli di tecnologia seguendo il BLOG Italia 3D Print!

Share
Load More Related Articles
Load More By italia3dprint
Load More In Stampa 3D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also

Recensione Strongman Azurefilm

Facebook Google + In questo breve articolo andremo a recensire un filamento fatto per resi…