Home Stampa 3D Come funziona una penna 3D?

Come funziona una penna 3D?

1
12,784
penna 3d
Oggetto realizzato da 3D PEN WORKS

La penna 3D si usa come fosse una normalissima penna. Invece di lasciare il segno con l’inchiostro, scrive plastica: si esatto, solidissima plastica!
Non ha bisogno di carta ma scrive ovunque, anche nel vuoto, in tre dimensioni. Questa innovativa penna 3D è usata per creare oggetti, di qualsiasi tipo, il limite è  la fantasia. Si può spaziare in tutti gli ambiti, oggetti utili, piccoli gioielli da indossare, soprammobili e decorazioni di ogni genere e specie . Il funzionamento di questa penna 3D è molto semplice, e lo illustreremo nel dettagli tra poco. La penna 3D sta velocemente guadagnando popolarità eviene usata sempre più spesso dai migliori artisti che provano ad esprimere la loro creatività con questo mezzo innovativo.

Come funziona la penna 3D

Ancora sono poco diffuse, ma stanno entrando nelle nostre case molto velocemente, anche grazie al prezzo molto piu’ basso rispetto a quello di una normale stampante 3d. Richiedono anche una  competenza tecnica notevolmente inferiore rispetto ad una stampante. Qualche nozione di base è sufficiente a permetterci di produrre qualcosa. Come per il disegno su carta l’abilità va imparata.

Il funzionamento di una penna 3d è molto semplice: il filamento va inseriti nella parte posteriore della penna. Impostiamo la temperatura adatta al tipo di materiale che stiamo utilizzando e una volta arrivata a tale temperatura ci basta premere un pulsante. Il pulsante attiva il motorino dell’estrusore, che spinge fuori dal “pennino” la plastica fusa. Le penne 3d di seconda generazione permettono di modificare la temperatura e la velocità di estrusione.

La temperatura a cui arrivano queste penne normalmente è  270 gradi centigradi,  permettendo alla penna di utilizzare quasi ogni filamento sul mercato. Una volta in temperatura, iniziamo a rilasciare la plastica semi-liquida, a comporre il disegno. La plastica fuoriuscita si raffredda subito  ed indurendosi prenderà una forma che non perderà più, a patto di non superare nuovamente i 100°.

Filamenti per penna 3d

I filamenti per penna 3D sono gli stessi delle stampanti 3d. Ogni filamento, come abbiamo visto più volte ha una sua temperatura di estrusione. I 270° raggiunti da quasi tutte le penne 3d ci permettono di avere accesso a quasi tutti i materiali normalmente utilizzati dalla stampante 3d, tra questi abbiamo la possibilità di usare:

  • Filamenti ABS: Il primo filamento utilizzato. A base plastica. Temperatura di estrusione 240°-260°
  • Filamento PLA: Piano piano sta rimpiazzando l’ABS, è un filamento naturale a base vegetale. Temperatura di estrusione 200°
  • Filamenti Caricati con metalli o che simulano il metallo (oro, argento, bronzo, rame ecc): Sono filamenti utilissimi per imitare altri materiali, la temperatura di estrusione è molto diversa da uno all’altro, in base alla composizione. Possono essere a base ABS o PLA e ne seguono le regole.
  • Filamenti fosforescenti: Una delle ultime novità nel mondo 3D. Normalmente a base PLA vanno estrusi a 200°
  • Filamenti Petg: Questo filamento si usa normalmente per sostituire l’ABS in applicazioni più tecniche.Temperatura di estrusione 220°-250°
  • Filamenti Wood: SI pèossono usare a patto che non richiedano, come alcuni, un ugello da 0,6mm, con questi rischieremo di ostruire il foro d’uscita. la temperatura di estrusione è molto diversa da uno all’altro, in base alla composizione. Possono essere a base ABS o PLA e ne seguono le regole.
  • Filamenti elastici: (sia TPE che TPU) Per realizzare oggetti morbidi, magari indossabili. Temperatura di estrusione 250°-270°

In linea di massima però se state imparando vi consiglio l’uso del PLA. Questo filamento è il meno tossico e il più semplice da maneggiare.

penna 3d
Oggetto realizzato da 3D PEN WORKS

Come si usa la penna 3D

Sarà difficile partorire al primo tentativo opere d’arte degne di nota, non tutti posseggono la manualità e l’allenamento per maneggiare questi oggetti con maestria. Ma non lasciatevi scoraggiare iniziate a creare i vostri lavori con penna 3d !

Manutenzione delle penne 3d

Per mantenere la penna al top della condizione è importante di tanto in tanto pulirla con dell’alcool. Non c’è bisogno di applicare troppa pressione mentre si adagia il filamento all’interno, o mentre lo si estrae. Esistono degli strumenti realizzati appositamente per poter caricare e scaricare la penna senza romperla, assicurandosi quindi che possa durare a lungo.
E’ importante usare sempre la penna con estrema delicatezza, non è una matita comune, è un oggetto molto complesso e delicato, formato da parecchie parti che cooperano tra di loro.

Bisogna quindi fare sempre molta attenzione e non eseguire movimenti bruschi o ancora peggio lasciare cadere la penna a terra.
La punta di metallo inoltre raggiunge temperature molto elevate, è bene non lasciarci giocare i bambini senza un’attenta assistenza da parte di un adulto.
Anche gli adulti stessi sono tenuti a fare ovviamente attenzione perché una scottatura del genere può fare molto male ed avere serissime conseguenze anche a distanza di tempo.
Non c’è comunque motivo per avere paura dato che basta impiegare l’attenzione e lo scrupolo che si utilizzerebbero per fare qualunque altro lavoro di casa.

Anche il filamento rilasciato dalla penna diventa molto caldo, quindi bisogna evitare di toccarlo almeno per le prime decine di secondi mentre si attende che si solidifichi e cominci a raffreddarsi.

Fatevi trascinare dall’arte con le penne 3D

La penna 3d può essere utilizzata in vari modi: disegnando a mano libera nell’aria, oppure utilizzando come traccia un disegno stampato, ci sono moltissimi disegni penna 3d. Si trovano online dei disegni per penna 3d da stampare, anche scaricabili gratuitamente.

Alcuni utilizzano per creare disegni con penna 3d una base siliconica che troverete più sotto dell’articolo.

Sicuramente e’ piu’ d’effetto disegnare a mano libera nell’aria ma è necessario avere delle ottime doti artistiche. I veri lavori con penna 3D nascono 2 dimensioni e solo successivamente sono assemblati sulla terza dimensione.

Quando si preme il pulsante, inizia a fuoriuscire dalla punta il filamento fuso che prende immediatamente la forma del movimento della mano poichè il processo di solidificazione è pressocche’ immediato. Per capire come si utilizza al meglio una penna 3 d si consiglia di visionare i video penna 3D qui sotto. L’artista nel video realizza degli impressionanti lavori con penna 3D. Non è semplice da imitare ma osservare i professionisti all’opera è il primo passo per imparare.

 Gustatevi questo video penna 3d: Youtube penna 3D

Penne tridimensionali costo

La penna 3d e’ un oggetto che possono permettersi tutti. Infatti di queste penna 3d costo medio oscilla dai 15 agli 80 euro. Ovviamente esistono diversi modelli di penne 3d. Quelli piu’ evoluti, hanno funzionalità avanzate come la regolazione della temperatura, la velocità o il flusso di stampa 3D continuo.  Se volete approfondire e conoscere i modelli delle penne 3d più conosciute potete leggere la nostra recensione alle migliori penne 3D vincitrici per qualità prezzo, penna 3d bambini e per adulti  in commercio.

Altrimenti puoi verificare tu stesso quale preferisci, qui su Amazon puoi trovarne moltissime!

Se possedete una stampante 3D non pensiate di non avere bisogno di una penna 3D. Gli usi sono ancora maggiori, e potete trovarli qui!

Modelli da stampare per penna 3D

Esistono veri e propri modelli da stampare per penna 3D, ma esistono anche delle basi siliconiche su cui orientarsi per realizzare i vari disegni. Questo tappeto per modelli penne treddi aiuta nella realizzazione di varie forme la penna tridimensionale. Infatti oltre ad essere graduata per conoscere la grandezza della linea ha anche vari disegni all’interno da seguire. Cerchi, rettangoli, ellissi e molte altre figure. In questo modo semplicemente seguendo i solchi potrete facilitarvi molto l’uso della penna tridimensionale.

Modelli penna 3d: modelli da stampare per penna 3d

Quindi non sono veri e propri modelli per penna 3D ma poco ci manca. Basterà disegnare le varie figure in 2D e poi unirle a formare la stampa 3d vera e propria!

 


Se avete trovato utile questo articolo mettete MI PIACE alla nostra pagina Facebook per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del Blog! Potete trovare tutte le novità sulla stampa 3D all’interno del Blog!

Share
Load More Related Articles
Load More By italia3dprint
Load More In Stampa 3D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also

Guida GRBL – parametri di configurazione GRBL.

Facebook Questa guida GRBL è un’introduzione a questo programma gratuito ed open-sou…