Home Guide Spessore della parete perfetto per la stampa 3D

Spessore della parete perfetto per la stampa 3D

1
851

Come al solito partiamo dal presupposto che ogni materiale e ogni modello è diverso, quindi impostare lo spessore della parete perfetto per la stampa 3D è tutt’altro che semplice.
In questo post proverò a darti una linea guida sull’impostazione dei parametri della parete. Tenendo a mente qualche semplice dato avrai gli strumenti per decidere in autonomia l’impostazione perfetta. Tenete presente che questa mini guida considera solo i perimetri laterali e non le superfici di inizio o di chiusura del modello. Quelle seguono un’altro principio e altre regole.

Spessore della parete perfetto: C’è un minimo e un massimo valore?

Questa è la domanda da cui partire, che ci da l’idea dei numeri tra cui potremo andare a decidere. Per prima cosa dobbiamo considerare che la nostra stampante 3D ha un nozzle di una certa misura, normalmente 0,4. Quindi, al di la di qualche artificio questa è la nostra unità di misura. Oltretutto sui più famosi slicer è possibile impostare la larghezza della parete sia come numero di linee vicine, sia come misura.

Quindi per iniziare a mettere qualche paletto, non si può scendere sotto 1 linea, come spessore perimetrale. Il massimo è ovviamente il modello pieno, neanche a dirlo però è un’inutile spreco di materiale. Come valore massimo dei massimi possiamo considerare 10 linee affiancate. Anche se è raro essere costretti a passare le 5. Se vogliamo conferire resistenza alla stampa ci conviene lavorare sull’infill.
– QUI l’articolo sull’impostazione dell’infill –

Da prendere nota che impostando un solo layer di parete, come per il vase mode, è possibile che la stampa non risulti rigida e neppure stagna. Questo in base al modello stampato.

Spessore della parete perfetto: Quali sono i fattori da considerare.

Per arrivare a determinare il miglior spessore parete da impostare bisogna porsi qualche domanda:

  • Qual’è la forma del modello da stampare?
  • Quale uso farò dell’oggetto stampato?
  • Di che materiale sarà fatto l’oggetto stampato?

E’ la risposta a queste domande che ci indirizza sulla migliore impostazione. Idealmente prima di progettare un  modello, e sicuramente prima di stamparlo è essenziale conoscere queste linee guida di base.

 

spessore della parete perfetto

Forma del modello da stampare

Se il modello in questione ha lunghe appendici, oppure è molto grande bisogna optare per aumentare lo spessore parete. Un modello da pochi centimetri può tranquillamente essere composto da un singolo layer. Mentre un modello più grande necessita di una parete più spessa anche solo per restare insieme.

Che uso verrà fatto del modello

Stai stampando un soprammobile? O un portachiavi che porterai sempre in tasca? Una chiave inglese? Rispetto all’uso che vorrai fare della stampa avrai bisogno di uno spessore della parete proporzionato. Per un soprammobile, un vaso o oggetti simili saranno sufficienti 1 o 2 layer. Mentre per un portachiavi, una graffetta, una pinza ne servono almeno 3-4. Infine se volessimo stampare una cagna, una chiave inglese, un apribottiglie e qualsiasi altra cosa debba resistere a forze applicate dovremo optare per 5 perimetri, ricordandoci di aumentare anche l’infill, per dare consistenza al modello.

Materiale in uso

Anche il materiale usato ha una sua incidenza sulla quantità di linee perimetrali. Più resistente è un materiale e più è possibile diminuire i perimetri per avere la stessa resistenza. La scala di resistenza dei matriali in commercio è (dal più al meno resistente): Nylon – ABS – ASA – PETG – PLA. impostate i perimetri di conseguenza.

 

spessore della parete perfetto

Spessore parete perfetto

Esiste quindi lo spessore della parete perfetto per la stampa 3D? No, lo spessore consigliato della parete dipende in larga misura dal materiale di stampa, la forma del modello e l’uso che avrà. Cercate di analizzare al meglio il design che volete realizzare e scegliete il materiale adatto, in base a quello decidete quanto spingere con la resistenza.

In linea di massima ricordatevi che esagerare con la resistenza vi farà solamente consumare un po’ più materiale e farà in modo che la vostra stampa impieghi più tempo. Quindi tutto sommato sovrastimare le forze è il minore dei mali, confronto con il trovarvi con la vostra stampa distrutta.


Se avete trovato utile questa guida mettete MI PIACE alla nostra pagina Facebook per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del Blog! Potete trovare molte altre guide sulla stampa 3D nella nostra sezione GUIDE!

Share
Load More Related Articles
Load More By italia3dprint
Load More In Guide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also

Fiido D2 – Tutto quello che volete sapere

Facebook Google + L’ultima arrivata in casa è la bicicletta elettrica FIIDO D2. E…