Home Guide Forare e filettare le stampe 3d, ecco come fare

Forare e filettare le stampe 3d, ecco come fare

0
662

Come forare e filettare le stampe 3D è un interrogativo che ci viene posto sempre più spesso. Con l’avanzamento della tecnica acquisita in stampa 3D viene sempre più voglia di affrontare progetti complessi. E questo inevitabilmente porta a voler realizzare stampe in più grandi, magari composte da più parti, magari staccabili nuovamente a piacimento.

In questo articolo quindi proviamo ad affrontare insieme il problema cercando di proporvi un metodo efficace e veloce forare e filettare le stampe 3D.
Nello specifico andremo a vedere,  tramite l’utilizzo di semplici attrezzi casalinghi come sarà semplice in piccole mosse raggiungere questo scopo.

Forare e filettare le stampe 3d

Piccole raccomandazioni

Nello svolgimento di queste operazioni che comportano l’utilizzo di trapani, strumenti ad alte temperature ecc. è consigliabile prestare la dovuta attenzione e maneggiare gli utensili con l’opportune precauzioni.

Occorrente per Forare e Filettare le stampe 3D

Forare stampe 3d: Prima parte

Ovviamente per questo tutorial avremo bisogno di un oggetto stampato in 3d. Se il progetto è creato da noi, in  fase di progettazione potremmo già piazzare alcuni fori, invece di ricavarli in un secondo momento con il trapano. Il foro dovrà essere dello stesso diametro della vite (meglio se leggermente più piccolo). Così facendo la vite verrà avvitata senza fatica, ma sarà comunque abbastanza resistente.
Alternativamente possiamo creare il foro per l’inserto in ottone, del diametro corretto. Si consiglia l’uso diretto della vite se i due pezzi devono rimanere uniti. L’inserto, molto più resistente è adatto per montaggi e smontaggi frequenti. Questo non perderà la filettatura, anche dopo svariati cicli, contrariamente la plastica verrà rovinata e non sarà più utilizzabile dopo poco.

Forare e filettare le stampe 3d: Parte Due

Quando vogliamo inserire un inserto in ottone filettato all’interno della nostra Stampa 3D dobbiamo avere cura di elaborare specifiche impostazioni di stampa.
  • Aumentare il numero di perimetri di stampa ad almeno 3 fino a 5
  • Regolare l’infill per avere una percentuale di riempimento ad almeno 25%
  • Per il progetto della stampa dei fori in cui inserire gli inserti di ottone filettati dare tolleranze di almeno 2 decimi di mm

Rimozione di parti di supporto: Parte Tre

Come in ogni stampa, una volta ultimata occorre eliminare gli eventuali materiali di supporto o di aiuto di adesione necessari per la creazione dell’oggetto. Per compier questa fase l’utensile più indacato è la Pinza a becco.
Con questa afferriamo saldamente le parti non facenti parte del progetto e basterà tirarle via. Tipicamente i supporti lasciano un segno sulla superficie del modello. Aiutatevi con un semplice cutter per rimuoverle e dare all’oggetto un aspetto liscio.

Forare e filettare le stampe 3dInserimento dell’inserto: Parte Quattro A (Buchi realizzati in fase di progettazione)

In questa fase, con l’aiuto di un martellino andrete ad aiutare l’ingresso dell’inserto nel foro della vostra stampa 3D. Nel caso in cui trovaste delle difficoltà non è necessario sforzare, rischiando quindi di rovinare il vostro oggetto, ma utilizzando un Saldatore ben caldo la parete del foro si andrà ad allargare leggermente favorendo l’inserimento dell’inserto.

Inserimento dell’inserto: Parte Quattro B (Buchi da aggiungere in seguito con il trapano)

Nel caso in cui vogliate aggiungere dei fori nel vostro modello occorre utilizzare un trapano con una punta della dimensione adatta. Attenzione poichè dovrete creare fori più piccoli dell’inserto e allargarli con il saldatore ben cado in modo tale da formare un parete solida e resistente al pari di 3/4 linee perimetrali.
In questo modo andrete a bucare la vostra stampa 3d potendo quindi procedere nell’inserimento dell’inserto nelle modalità sopra descritte.

Altri metodi per Forare e filettare le stampe 3d

Ovviamente la stessa metodologia si può utilizzare anche con altre soluzioni. Per esempio si può in fase di progetto è possibile disegnare un esagono della giusta misura, con una tolleranza di 0,4 mm e posizionare un dado all’interno della stampa. Rendendo così filettato e atto ad essere fissato con una vite.

Consigli Utili per Forare e filettare le stampe 3d

  1. Quando progettate per combinare oggetti fisici con stampe ricordatevi sempre della tolleranza. Quindi tenete conto che per far entrare un oggetto con date dimensioni all’interno di un alloggiamento, questo deve essere più grande. Quanto più grande? Questo dipende dalla precisione della vostra stampante 3D. In genere di usa la tolleranza di 0,4 mm, equivalente alla larghezza di una linea.
  2. I materiali plastici da stampa  3D risentono delle alte temperature, pertanto occorre utilizzare il trapano a bassa velocità (velocità avvitatore) e se necessario fare pause durante la foratura.
  3. Quando adoperate l’oggetto stampato siate delicati, soprattutto nello stringere, è pur sempre plastica e non ha la resistenza del metallo

 


Se avete trovato utile questa guida mettete MI PIACE alla nostra pagina Facebook per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del Blog! Potete trovare molte altre guide sulla stampa 3D nella nostra sezione GUIDE!

Share
Load More Related Articles
Load More By italia3dprint
Load More In Guide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also

Guida completa: Amazon Black Friday 2019

Facebook E’ ancora una volta tempo di Amazon Black Friday , il giorno dell’inv…