Home Recensioni Filamento 3D Mini recensione filamento – PLA Ambra – Filoalfa

Mini recensione filamento – PLA Ambra – Filoalfa

0
2,798

Anche se questo è un filamento PLA, viene considerato un filamento speciale poichè, come gli altri filamenti in questa categoria, riproduce un altro materiale. Questa volta parliamo dell’ambra.

La storia

Il filamento Filoalfa è riconosciuto per avere un’ottima qualità e questo non fa eccezione.  FiloAlfa è una business unit di Ciceri de Mondel, società storica che da sempre (1917) ha lavorato nella produzione delle materie plastiche. Filoalfa però nasce non molto tempo fa, nel 2014, e quindi è una azienda piuttosto giovane. Ed è giovane anche parlando di stampa 3D, che ha pur sempre più di 10 anni.
Sono finalmente riuscito a provare il famoso filamento Filoalfa grazie alla 3D Evolution che mi ha mandato un campione.

 

La stampa

Questo filamento Ambra dal primo sguardo mi è sembrato particolarmente adatto a qualche prova di gioielleria. E così è stato. Mi sono divertito a stampare diversi pendenti, e anche un anello. Il risultato potete giudicarlo voi stessi. L’unico consiglio che mi sento di dare, nella realizzazione di poccoli oggetti con questo filamento è l’utilizzo dell’infill al 100%. La particolare trasparenza che gli conferisce un particolare fascino ha anche la particolarità di lasciare intravedere l’interno, soprattutto in luce piena. Quindi ci potrà essere la possibilità di vedere l’infill, cosa che a mio parere poco si addice ad un gioiello, anche se di bigiotteria.
In questo senso può aiutare anche l’opzione di cura: Ironing. Questa lavorazione ripassa l’ugello caldo (senza lasciare materiale) sull’ultimo strato depositato, conferendo così un aspetto liscio.

 

 

 

 

 

Impostazioni di stampa

Essendo un PLA non si avranno particolari problemi per la stampa di questo materiale. Come di consueto temperature tra i 190 e i 210 gradi (più verso l’estremo caldo per fondere maggiormente il materiale e renderlo più uniforme).
Il piatto possiamo lasciarlo spento. La ventilazione si può accendere come no, non patisce particolarmente lo stringing questo filo.

Conclusioni

Questo filamento mi è sembrato ottimo. Non presenta problemi ed ha qualità particolari che ci permettono di osare e lavorare con la fantasia. Cosa volere di più da un materiali per stampanti 3d? Mi sento di consigliare questo filamento a tutti gli apprendisti gioiellieri che “giocano” con stampanti 3d FDM.

Per acquistare questo filamento potete rivolgervi direttamente al negozio online di 3D Evolution.

Share
Load More Related Articles
Load More By italia3dprint
Load More In Recensioni Filamento 3D

3 Comments

  1. [email protected]

    31 Maggio 2018 at 18:25

    Ho provato questo stesso filamento (ho quasi finito la bobina), ma, e mi dispiace moltissimo dirlo, non mi ha certo stupito per la qualità, ma magari sono solo stato sfortunato io; ho riscontrato questi difetti:
    1) Il filamento è molto rigido e basta piegarlo, anche leggermente, che si spezza
    2) Ha bisogno di una temperatura molto alta per l’estrusione, dell’ordine dei 215/220 gradi altrimenti è garantito l’intasamento dell’estrusore
    3) A volte presenta come delle “bolle” di colore marrone scuro, molto anti-estetiche

    Ho provato dei filamenti cinesi con una qualità nettamente superiore a questa, e, ripeto, mi dispiace moltissimo dirlo! Penso proprio che non lo acquisterò più.

    Se serve, la mia macchina è una Anet E10, con estrusore standard e nozzle da 0,4 e sistema bowden.

    Questa è la mia esperienza.

    Ciao!

    Reply

    • italia3dprint

      31 Maggio 2018 at 22:21

      Ciao Konnorit e grazie del tuo intervento. Al momento della prova, io non ho avuto problemi e mi è piaciuto molto! Un filamento si comporta come descrivi tu (magari anche scoppiettando talvolta) quando ha preso umidità, poteva essere quello il caso? Mi dispiace della tua esperienza, in genere il filamento della FiloAlfa è qualitativamente ottimo. Giusto per non lasciarti l’amaro in bocca ti consiglio di provare un’altra bobina, sono sicuro tu sia stato sfortunato!

      Reply

  2. [email protected]

    1 Giugno 2018 at 13:40

    Grazie!
    Ci penserò. Al momento devo ancora provare quello preso dalla Tomas3d poi vediamo. Mi pare strano che il filamento abbia preso umidità: lo lascio in un sacchetto chiuso con 3/4 bustine di silica. Aggiungo anche a quanto ho detto prima che non tuto il filamento è stato così: una parte andava discretamente bene, anche se non eccezionale.

    Grazie per la tua risposta.

    Ciao!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also

Guida GRBL – parametri di configurazione GRBL.

Facebook Questa guida GRBL è un’introduzione a questo programma gratuito ed open-sou…