Home Problemi comuni [Problema] Slittamento dei Layer – principali cause e soluzioni

[Problema] Slittamento dei Layer – principali cause e soluzioni

0
13,712

Slittamento dei Layer – principali cause e soluzioni

Iniziare ad occuparci dell’annoso problema dello slittamento dei layer. Per farlo dobbiamo tenere presente che la maggior parte delle stampanti 3D non hanno alcun feedback sulla posizione esatta del blocco estrusore sul piatto. La stampante semplicemente sposta l’estrusore in una posizione specifica. Nella maggior parte dei casi questo sistema funziona bene perché i motori passo-passo che guidano la stampante sono potenti. E non devono effettuare sforzi eccessivi per muovere il gruppo esrusore. Tuttavia se ogni tanto qualcosa va storto, la stampante non ha modo di rilevarlo.

Soltanto a pochi fortunati non è mai capitato di tornare a controllare la stampante e trovare la stampa strana, come se fosse slittata (dà proprio la sensazione di essere stata tagliata in un determinato punto) e la stampante, come se nulla fosse accaduto, continua a stampare. Purtroppo, una volta che si verificano questi errori, la stampante non ha modo di rilevare e risolvere il problema. Per questo proveremo ad analizzarne le cause e i rimedi.

Vedremo una buona panoramica di problematiche, da quelle più frequenti ad alcune molto rare, che però non possiamo non citare. Quando si verifica uno slittamento che può essere singolo (per un solo layer) o ripetuto (per più layer) la causa più comune riguarda la meccanica. Quindi la prima verifica che dovremo compiere è su quanto riguarda il movimento meccanico.

Le più frequenti motivazioni di uno slittamento meccanico sono:

– cinghie non tirate con la giusta forza: cinghie troppo tirate possono impedire il movimento fluido del piatto e del blocco estrusore, chinghie lasche possono scivolare sulla puleggia, anche se dovrebbero essere veramente molto molli e ce ne accorgeremmo a occhio. Per testare la forza con cui sono tirate le cinghie possiamo premere un dito contro, la cinghia dovrebbe spostarsi con facilità per circa mezzo centimetro e poi avere una certa resistenza, quando togliamo il dito dovrebbe tornare in posizione immediatamente. Se la cinghia si comporta diversamente è da verificare e tirare/mollare.


– smollamento delle viti che ancorano la puleggia all’albero motore, con conseguente movimento a vuoto dell’albero. Questa verifica si può effettuare visivamente ed è molto semplice, e si verifica quando l’albero gira e la cinghia non si muove, in questo caso basterà tirare le viti (solitamente 2) della puleggia.


– l’estrusore fa attrito contro la stampa eseguita facendo sforzare il motore e in qualche caso può anche far perdere un passo. Può succedere che in certe stampe, soprattutto se cominciate con il primo layer ben spalmato sul piatto,l’estrusore tocchi la stampa durante gli spostamenti; alcune stampe si alzano se non perfettamente ancorate (ABS)  e costituiscono un per l’ugello un ostacolo con la stessa conseguenza, perdita di passi. Per risolvere questo problema si può provare ad aumentare la distanza tra ugello e piatto manualmente o tramite l’Offset oppure se la stampa ha punti in cui l’estrusore si alza si può aumentare tramite il parametro Z-Lift o Z-hop, di quanto l’ugello si alza (i due parametri sono per Cura e Slic3r).

Altre cause

– la velocità di stampa troppo elevata potrebbe essere una causa, più probabile all’aumentare della velocità in presenza di motori non abbastanza potenti o al troppo peso del gruppo estrusore, facilmente risolvibile facendo una prova con la velocità di stampa rallentata.


– un caso meccanico, anche se raro è il distaccamento e il cambio di posizione dell’oggetto che si sta stampando, è raro perchè l’oggetto dopo essersi mosso non dovrebbe più muoversi per essere nel caso dello slittamento di layer, niente di più facilmente risolvibile, un po’ di lacca per capelli, un controllo del livellamento del piatto e un aumento della temperatura del piatto durante la stampa e si dovrebbe risolvere.  Se il materiale che stai utilizzando non ne vuole sapere di aderire puoi provare con un sottile strato di colla a stick, riscaldata e asciugata dal calore del piatto.

Regolazione motori

Un’altra causa piuttosto comune dello slittamento della stampa è la potenza insufficiente o il surriscaldamento dei motori della stampante:
I motori sono comandati dai Drivers, chip integrati o comunque inseriti nella scheda elettronica principale con la funzione specifica di controllo della potenza/velocità dei motori passo passo che erogano la potenza che viene consentita dagli step-drivers,  se la corrente che è corretta, ne troppo bassa ne troppo alta, allora i motori non perdono passi ed eseguono correttamente il movimento, senza surriscaldarsi. Se la corrente è troppo scarsa il motore non riuscirà a compiere il corretto movimento e si dirà che “perde passi”. Al contrario se sarà troppo alimentato si surriscalderà più del dovuto.

Potete vedere in questa miniguida come tarare in completa autonomia gli stepper dei motori di modo che abbiano il miglior rapporto consumo/potenza. Da sapere che i motori più usati nei KIT sono i nema 17. In base a come vengono prodotti sono progettati per lavorare con un massimo di 1,7 o 2,0 A (Ampere). Controllate sul web qual’è la potenza massima dei motori in uso e tarateli seguendo la succitata guida.

L’ultima delle cause comuni è dovuta dall’SD Card difettosa, mal formattata o troppo piena/vecchia.
Sull’SD Card ci sono tutti i comandi che la stampante deve eseguire. Se per qualche motivo la card non riporta i percorsi giusti ecco che ci troviamo ad avere un problema. Questo problema qualche volta coincide con lo slittamento dei layer.

Si può analizzare con un programma di comando stampante il Gcode (per es. Repetier Host ne abbiamo parlato ed è scaricabile da qui). In alternativa provare a sostituire o a formattare l’SD.

Ora prendiamo in considerazione i casi più rari:

Problemi elettrici:
I problemi elettrici possono essere di natura fisica,  fili mal collegati o tranciati da verificare e ricollegare, o di natura propriamente elettrica, come sbalzi di tensione nella rete casalinga, risolvibile con l’installazione di un gruppo di continuità, oppure il falso contatto di un end-stop che potrebbe essersi guastato e quindi va sostituito.

Tra i casi rarissimi possiamo citare un errore del software di slicing o del firmware della macchina: nel caso dello slicer e si può verificare l’integrità dell’STL con software come Meshmixer o Netfabb, oppure verificare il layer che è saltato con l’opzione di visione strato per strato dello slicer in uso.

Se al firmware sono state apportare modifiche importanti per quanto riguarda la velocità degli spostamenti allora ovviamente si può valutare questa ipotesi, anche se è annoverato tra le cause rarissime poichè, se il problema si presenta solo dopo aver apportato sostanziali modifiche non abbiamo bisogno di nessuna guida per capire la causa del nostro problema e rarissimi sono i casi di chi se ne dimentica, questo è l’unico caso in cui prendiamo spunto dal nostro buon vecchio Windows e ritorniamo ad una configurazione sicuramente funzionante.

Se avete trovato utile questo articolo mettete MI PIACE alla nostra pagina Facebook per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del Blog! Alla sezione Problemi Comuni potete trovare le soluzioni a tutti i vostri dubbi !

Share
Load More Related Articles
Load More By italia3dprint
Load More In Problemi comuni

2 Comments

  1. angelo

    2 Agosto 2018 at 20:50

    salve ho una stampante hepestos 2 bq la possiedo da oltre 2 anni, mai un problema e non la uso assiduamente ma da un po di mesi, mi crea il famoso problema dello slittamento dei layer ho fatto come dice l’articolo ho stretto le cinghie , lasciando cmq morbido il movimento lubrifico i pattini di slittamento con grasso al silicone, ma senza eccedere ho verificato le componenti meccaniche sembra tutto ok se faccio il test con il famoso cubo 20x 20 va tutto bene anche a velocita un po alte ma sembra che il problema sia nelle parti tonde, uso cura ultima versione file da thingiverse insomma sembra tutto ok il firware e quello originale mai aggiornato come posso ovviare ho letto tutto l’articolo ho provato a serrare le cinghie e ridotto molto la velocita temperatura 205

    Reply

    • italia3dprint

      3 Agosto 2018 at 12:16

      Ciao Angelo, il problema che descrivi può essere portato da un malfunzionamento dei motori o dei driver che li comandano. Se dici che ti capita nelle parti tonde potrebbe essere l’uso contemporaneo dei driver e motori degli assi X e Y. Dovresti, se possibile e la tua scheda lo permette, procurarti 2 driver di riserva, dello stesso tipo che usa la tua stampante per effettuare qualche prova. Se ha sempre funzionato bene il guasto elettronico sembra essere la causa più plausibile. Mi raccomando, se non l’hai ancora fatto stringi i grani sulle pulegge di movimento cinghie! Ogni tanto si smollano da sole e necessitano di un giro. Scrivimi se riesci a risolvere o se hai bisogno di altro!

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also

Guida GRBL – parametri di configurazione GRBL.

Facebook Questa guida GRBL è un’introduzione a questo programma gratuito ed open-sou…